Campionato Italiano Open 2008 organizzato dall’AGI.


 
La nuova sede, scelta per l’ Open AGI 2008 svoltosi nel primo fine settimana di novembre, sebbene meno suggestiva, ha comunque comportato una maggior facilità di collegamento e si è mostrata molto più confortevole della precedente. La sala della Chiesa di Piazza Euclide è sufficientemente ampia e bene illuminata. La clemenza del tempo non ha consentito di mettere alla prova la funzionalità dell’impianto di riscaldamento, punto dolente della passata edizione del Torneo.
 
Organizzato con la consueta maestria da Paolo Scattini, la manifestazione non ha sofferto più di tanto per la concomitanza di numerosi tornei internazionali. La non eccezionale partecipazione di giocatori stranieri (provenienti da Romania, Finlandia e Francia) è stata infatti più che compensata dalla presenza di tanti giovani nostrani, che hanno messo in mostra un livello di gioco davvero buono, tenuto conto che solo da pochissimo tempo questi ragazzi si sono avvicinati al Go.
 
A margine del torneo, al termine della prima giornata di gara, si è svolta l’assemblea dell’ AGI, presieduta da Aldo Podavini il quale ha anche fornito ai neofiti del gioco vari interessanti consigli; molto apprezzato è stato il discorso relativo alla bibliografia ed al come e dove procurarsi valido materiale.
 
I 37 concorrenti, bene assortiti geograficamente quanto a luogo di provenienza (Udine, Trieste, Varese, Milano, Bologna, Teramo, Perugia, Frosinone, Napoli) hanno dato vita ad una manifestazione animata da spirito estremamente battagliero sul Goban, quanto amichevole a partita terminata ed i risultati inaspettati sono stati all’ordine del giorno. Due soli concorrenti sono rimasti imbattuti.
 
Dato che alla gara partecipava Marigo, la vittoria finale appariva scontata. Ciò si è puntualmente verificato, sebbene nello score di Francesco appaia una sconfitta. Autore dell’impresa è stato Ken Federico, presentatosi al torneo come 3 kyu soltanto a partire dal terzo turno, che ha dimostrato di valere molto di più del grado nominale, dato che un’altra vittoria "col botto" Ken la ha ottenuta contro Giordano D’Obici, classificatosi soltanto al quarto posto con 3 vittorie. Più che meritata è stata perciò la terza piazza ottenuta da Ken, superato dal romeno Catalin Hariga che ha ottenuto 4 vittorie, perdendo soltanto contro Giordano.
 
Per quanto riguarda la parti alte della classifica generale, un plauso speciale deve essere tributato a Paolo Fioramonti, che ha vinto tutte e quattro le partite da lui disputate contro avversari sulla carta più forti; presentatosi come 6 kyu, Paolo ha dimostrato di valerne almeno un paio di meno, se non addirittura tre.
 
Nella fascia 10 kyu e gradi inferiori si è registrata la vittoria di Alessandro Pace, sconfitto soltanto dall’autore di queste note, seguito da Emiliano Candelori -fondatore dello Yugen Go Club di Teramo, di cui ci siamo occupati sul sito AGI- che ha perso l’imbattibilità solo all’ultimo turno; terzo Valerio Sampieri, con 3 vittorie ottenute contro Alessandro Pace, Paolo Scattini (oberato dai gravosi impegni organizzativi, Paolo ha reso meno del previsto) e Davide Bertok: sono davvero soddisfatto.
Tra i non premiati, con 3 vittorie ciascuno, meritano di essere menzionati Antti Rantanen e Mirco Fanti (5° e 6° classificato), Vincenzo De Rosa, unico napoletano in gara, David Mieli, Gerald Garlatti di Chambery, Akiyama Mitsuki e Luca Bevilacqua; quest’ultimo, presentatosi come 19 kyu, è un vero neofita e ciò malgrado ha saputo vincere contro due avversari molto più esperti di lui: bravo Luca.
 
In realtà, tutti i partecipanti sarebbero meritevoli di una speciale menzione, in virtù dello spirito amichevole messo in mostra allorché non si giocava e della correttezza dimostrata in sede agonistica: non si è registrata alcuna contestazione.
 
Per il 2009 si è ventilata l’ipotesi che l’Open possa non disputarsi a Roma e mi auguro che ciò non avvenga. A prescindere da fattori egoistici, legati alla mia partecipazione, molti dei giovanissimi che hanno fatto la loro prima esperienza agonistica potrebbero mancare all’appuntamento e sarebbe un vero peccato, in quanto i rapidi progressi da loro messi in mostra sino ad ora fanno presagire un futuro un po’ meno buio per il Go, il cui numero di adepti è stabile da troppi anni a questa parte. Perdere per strada nuovi praticanti non sembra una buona politica.
 
Confidiamo comunque in Paolo e nelle sue smanie creative (è già noto che sono in cantiere molti tornei nei prossimi mesi), perché la manifestazione torni a svolgersi a Roma. Per ora non resta altro che ringraziare l’organizzazione ed inviare un caloroso saluto a tutti i partecipanti: arrivederci al 2009!
 
Valerio_Sampieri_-_3__classif__fascia_10_kyu_e_inf_Francesco_Marigo_-_1__classificatoLa_sala_3_001I_premi
Le foto sono tratte dal sito AGI, ove è stata pubblicata una galleria fotografica. L’indirizzo è: http://www.agi.go.it/gallery2/main.php?g2_itemId=229
 
 
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: